Mercoledì 30 Settembre 2020


 

Alla sezione studenti / borse di studio è pubblicato il bando per l'avviso relativo alla borsa di studio a sostegno della spesa delle famiglie per l’istruzione ai sensi della legge 10 marzo 2000, n. 62 e della legge regionale 7 dicembre 2009, n. 42 - Anno scolastico 2020/2021.

 

L'orario è pubblicato nella sezione orari e piano attività

 

ATTENZIONE: nella sezione comunicati sono disponibili le circolari 1 e 2 sull'avvio dell'anno scolastico e il relativo allegato.

  

AVVISO: si ricorda che gli alunni agonisti (partecipanti a competizioni sportive) dovranno inoltrare la dichiarazione di tesseramento presso la rispettiva società sportiva e il calendario delle gare - se già disponibile - all'indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..it entro il 30 settembre 2020.

  

 

Ai genitori, agli alunni dell’ISTITUZIONE SCOLASTICA I.MANZETTI

 

Gentili famiglie, cari studenti,

al termine quest’anno scolastico così diverso dal solito ci tengo a condividere con voi alcune considerazioni.

 

Ci siamo lasciati alle spalle mesi impegnativi, in cui tutti abbiamo vissuto esperienze forti e affrontato momenti difficili, consapevoli di dover reagire e continuare la nostra vita cercando nuove energie, ma anche nuovi metodi di lavoro e modalità di comunicazione.

Insegnanti non sempre “super tecnologici”, abbiamo imparato ad usare strumenti, app, software con cui non avevamo troppa confidenza per età, formazione, affinità.

Abbiamo comunque verificato che buona parte degli insegnanti ha continuato, con responsabilità e professionalità, il proprio lavoro, portando a termine i programmi ed effettuando le prove di valutazione (pur con gli opportuni adattamenti alla didattica a distanza). Insomma, la scuola ha dato fondo a tutte le proprie energie per mettere gli studenti nella condizione di proseguire il percorso di studi con le necessarie competenze.

Abbiamo anche scoperto, diversamente da quanto immaginavamo, che i nostri studenti, nonostante siano millennials e frequentino un istituto tecnico in cui l’informatica è determinante in tutti gli indirizzi, sono social ma non sempre sono così a loro agio con la posta elettronica o i programmi di didattica. Comunque, dopo un primo breve periodo di disorientamento, sono partiti anche loro alla grande!

Abbiamo appurato che, come era prevedibile, chi si impegnava già in classe continuava a farlo a casa con una serietà forse anche maggiore per la consapevolezza che il momento storico richiedeva ancora più responsabilità; e che chi già in classe dormiva continuava a farlo a casa, nascondendosi dietro uno schermo, un microfono spento, una connessione discontinua, perché questi ragazzi forse “dormienti”, come li abbiamo definiti, lo erano davvero.

Abbiamo scoperto che la Didattica A Distanza (DAD), l’unica risorsa che ci ha permesso di continuare il lavoro di insegnanti e di studenti, pur con tutti i limiti e le difficoltà che la caratterizzano, è stata per alcuni studenti uno strumento utile a superare difficoltà e fragilità personali, per crescere e maturare grazie ad una univoca relazione con l’insegnante che, in un contesto meno disturbato della classe, ha favorito la personalizzazione, il recupero individualizzato, il potenziamento delle cosiddette competenze soft.

Abbiamo la consapevolezza quindi che la DAD sia uno strumento da non abbandonare definitivamente e da non rigettare come simbolo di un periodo che vorremmo dimenticare ma che al contrario, forti di un’esperienza da cui imparare, vada in futuro potenziata e valorizzata per casi specifici ed in situazioni ben definite.

Abbiamo infine la percezione, anche in considerazione dell’età dei nostri studenti, di aver pesato solo in parte sulle famiglie, consapevoli che spesso le nostre videolezioni avevano un pubblico più ampio, di fratelli e di genitori in smartworking, che condividevano spazi, pc ed a volte le risposte alle interrogazioni….

***

Abbiamo cercato di dare interpretazioni chiare ed univoche a Ordinanze ministeriali contrastanti: da “gli studenti saranno valutati per quello che avranno fatto” siamo passati a “saranno tutti promossi“; il “non ci sarà nessun 6 politico” è presto diventato “sarete ammessi con le insufficienze alla classe successiva, senza gli esami a settembre, ma con un PAI”; e anche l’’Esame di Stato si è trasformato più volte durante il lockdown, assumendo la sua forma definitiva solo pochi giorni prima dell’inizio delle prove.

 

Il Collegio docenti del Manzetti ha cercato di adeguarsi al mutare delle situazioni e di definire con chiarezza principi, regole e criteri di valutazione in tempo di COVID. Malgrado la nostra seria posizione in merito, però, nel rispetto delle Ordinanze ministeriali, ci siamo poi trovati a dover ammettere alle classi successive studenti con numerose insufficienze, con carenze diffuse e importanti.

Siamo fortemente convinti che questa scelta, a cui abbiamo dovuto adeguarci, limitando a pochi e ben precisi casi le non ammissioni, non sia stata una scelta giusta e opportuna

  • per chi ha continuato a lavorare seriamente e responsabilmente perché, nonostante le valutazioni positive, sarà sempre “un promosso dell’anno del COVID”,

  • per chi, con qualche difficoltà in più e un po’ di responsabilità in meno, appresa la bella notizia del “tutti promossi”, ha deciso di smettere di impegnarsi e si troverà ad affrontare un prossimo anno scolastico tutto in salita

  • e infine anche per chi, nonostante le diffuse insufficienze, deve ringraziare il COVID ed il Ministro per l’ammissione alla classe successiva perché, se non si impegnerà seriamente e responsabilmente in futuro, privo delle basi necessarie per affrontare i nuovi argomenti, si ritroverà inevitabilmente a ripetere il prossimo anno.

 

L’appuntamento è per tutti a settembre, in una scuola sicura, con qualche regola nuova, ma soprattutto, speriamo, “normale”.

Perché come a voi sono mancati la notte prima degli esami, l’affollamento ai tabelloni, le gite d’istruzione, i compagni di classe, l’intervallo, ci siete mancati voi.

 

Aosta, luglio 2020                                                                                            il Dirigente scolastico

                                                                                                                       SUSANNA OCCHIPINTI

 

 

VADEMECUM PER LA GESTIONE DELLA DIDATTICA A DISTANZA NEI GIORNI DI                      SOSPENSIONE DELLE LEZIONI

 

 

 

 

   
 

 

 



 

 

Studentessa valdostana vincitrice del concorso nazionale “Prima Pagina” di Repubblica@Scuola.

 

<< Finalmente si esce, poco, e con attenzione perché il nemico non molla..."Andiamo, andiamo", gridano gli entusiasti. "Con calma e ben corazzati", ammoniscono i più cauti. "Copriamoci bene, costi quel che costi… La vita, prima di tutto!” >>

Con queste poche, ma precise e taglienti, la studentessa valdostana Alessandra Vallet, della classe 1°B IT dell’Istituzione Scolastica di Istruzione Tecnica Innocenzo Manzetti di Aosta, si è aggiudicata il primo premio della settima tappa del contest “Prima Pagina”, indetto dal noto quotidiano nazionale “La Repubblica” nell’ambito del progetto “Repubblica@Scuola”, ideato per avvicinare i giovani alla lettura di un quotidiano. Agli studenti era stato, infatti, proposto di leggere un articolo e di commentarlo, in poche frasi. Era il 14 aprile, in piena emergenza COVID 19, e “La Repubblica” titolava a tutta pagina “La scuola è finita – la ripresa a settembre”. Oggi la scuola è finita sul serio e anche la didattica a distanza è stata definitivamente archiviata da studenti e docenti.

La redazione di Repubblica ha premiato l’incisività e la precisione nel saper cogliere il difficile momento in cui si trovava la nostra nazione. Molto soddisfatta la studentessa di Saint Marcel, con una grande passione per la fotografia, il computer e la scrittura, che è stata scelta tra migliaia di commenti provenienti da tutt’Italia e si è aggiudicata un abbonamento semestrale alla rivista “National Geographic”.

“Non mi aspettavo affatto questo riconoscimento, ma mi sono sempre impegnata molto nel progetto “Repubblica@Scuola” che mi ha appassionata sin da subito – ci dice Alessandra Vallet – in genere preferisco scrivere testi più lunghi che mi permettono di esprimere meglio le mie idee. Per questo “contest” era richiesto di sintetizzare in poche parole il mio pensiero: non è stato facile e ho riflettuto a lungo sull’argomento, sulle parole da utilizzare e a quello che volevo dire. Volevo trasmettere il fatto che fosse necessario un aiuto reciproco, pensare agli altri ed essere tutti uniti.”

Al progetto “Repubblica@scuola” partecipano oltre 3650 Istituti scolastici di tutta Italia e l’Istituzione “Innocenzo Manzetti” vi partecipa sotto la supervisione del prof. di lettere Andrea Camilletti.

“Il programma prevede di realizzare un “giornale online” – spiega il docente – per avvicinare i giovani alla scrittura e alla lettura di un quotidiano in modo più dinamico e interattivo”.

Attraverso “Repubblica@scuola” le scuole e gli studenti di tutta Italia si sfidano, a colpi di articoli e click, su temi di interesse generale di volta in volta proposti dalla redazione del giornale Repubblica. La costruzione cooperativa di un foglio interattivo costituisce uno strumento d’informazione e un’opportunità formativa per i giovani.

Grazie a questo riconoscimento, Alessandra Vallet entra a far parte dei quattordici vincitori: la giuria sceglierà i ragazzi particolarmente meritevoli e li inviterà a realizzare un’intervista, a una personalità, che verrà pubblicata sul quotidiano nazionale. Inoltre la ragazza è in lista per aggiudicarsi il titolo di studentessa che ha fornito il maggior contributo al progetto, essendo prima nella speciale classifica stilata da “Repubblica@scuola”.

Grazie alla passione che ha mostrato la classe 1° B IT nel progetto, l’istituto aostano Manzetti risulta essere nella “top ten” delle scuole più attive del territorio nazionale.

 

Il testo completo dell’alunna vincitrice è consultabile al seguente link https://scuola.repubblica.it/valledaosta-aosta-ltisitinnocentmanzetti/commenti_brevi/la-scuola-e-finita

Il giornale online dell’Istituto Innocenzo Manzetti di Aosta è consultabile al seguente link https://scuola.repubblica.it/valledaosta-aosta-ltisitinnocentmanzetti

 

 

 

 

Studenti valdostani al “Gran Prix di matematica”

 Nella foto: da sinistra Yvonne Jaccod, Michael Bechon, Fanny Alberto

 

Su 139 istituti superiori in gara nel “Gran Premio di Matematica applicata” era coinvolto anche l'ISIT Manzetti di Aosta che ha partecipato con tre alunni della 4 B dell'indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing. Così, il 16 gennaio Yvonne Jaccod, Michael Bechon e Fanny Alberto con altri 8.000 studenti si sono cimentati nella prima prova (fase locale) del concorso educativo realizzato da Forum ANIA - Consumatori, Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Attuari. “L’iniziativa ha l’obiettivo di valorizzare le competenze logico-matematiche dei ragazzi, incentivando l’adozione di un atteggiamento razionale fondamentale per la loro formazione e la loro maturazione professionale – spiega il Professore di matematica del Manzetti Alessandro Comoglio. “Le prove non erano di matematica pura ma di matematica applicata all'economia”. 

La finalissima del concorso ormai giunto alla XIX edizione si svolgerà invece il 21 febbraio presso le sedi dell’Università Cattolica di Milano e di Roma.

La manifestazione si chiuderà il 21 marzo con un evento presso l’ateneo milanese, dove verranno premiati i vincitori insieme ai rispettivi docenti alla presenza di autorevoli rappresentanti del mondo accademico e delle imprese assicuratrici.

 

Informazioni MIUR riguardo a tasse scolastiche ed esonero per limiti di reddito

 

NEWS:  Lavoro, imprese pronte a un milione di assunzioni, ma profili introvabili

 

Progetto "Nonni in Rete" (clicca sul''immagine per saperne di più)

 

 

 

 NEWS:  Losanna 2020: quartetto d'oro nel biathlon (clicca sul''immagine per saperne di           più)

 

 

 

 Nella sezione "ORARI E PIANO ATTIVITÀ" sono stati pubblicati l'orario definitivo e il 

      prospetto docenti/materie. 

 

 

Nella sezione "DOCUMENTI > A.S. 2019-20" sono stati pubblicati l'elenco dei

      coordinatori, con il relativo recapito, e il 

      prospetto dei consigli di classe. 

 

 

Nella sezione "DOCUMENTI > A.S. 2019-20" è stato pubblicato l'elenco aggiornato dei

     locali convenzionati per il servizio sostitutivo di mensa tramite tessera sanitaria per la

     sede di Via Chambéry