Sabato 16 Ottobre 2021

IL SECONDO LIVELLO

 
LA NOSTRA STORIA
Il corso serale dell’ISIT I. Manzetti di Aosta, istituito nei primi anni 2000 come Progetto Sirio per poi evolversi in corso per l’istruzione degli Adulti indirizzo AFM, ha rappresentato fino ad oggi un importante punto di riferimento per le imprese del settore commerciale e luogo di formazione per studenti, docenti ed operatori. Quest’anno il corso si concluderà con l’Esame di Stato della classe quinta attualmente attiva.

Il CRIA propone dal prossimo anno scolastico 2020-21 tre percorsi di secondo livello, finalizzati al conseguimento del Diploma di Istruzione Tecnica, con la seguente articolazione:
il primo periodo didattico è finalizzato all'acquisizione della certificazione necessaria  per l'ammissione al secondo biennio. Tale periodo si riferisce alle conoscenze, abilità e competenze previste  per il primo biennio dai corrispondenti agli specifici ordinamenti degli Istituti professionali dei diversi indirizzi ;
il secondo periodo didattico è finalizzato all'acquisizione della certificazione necessaria per l'ammissione al quinto anno dei percorsi degli Istituti professionali ;
il terzo periodo didattico è finalizzato all'acquisizione del diploma d'istruzione professionale Tale periodo si riferisce alle conoscenze, abilità e competenze previste per l'ultimo anno dall'ordinamento degli Istituti professionali dei diversi indirizzi .
 
Il percorso di istruzione di secondo livello è progettato per Unità di Apprendimento (UDA) intese come un insieme autonomamente significativo di conoscenze, abilità e competenze correlate ai livelli e ai periodi didattici.
Tali unità di apprendimento rappresentano il necessario riferimento per il riconoscimento dei crediti e possono essere fruiti per ciascun livello anche in due anni scolastici.
Le unità di apprendimento sono organizzate in modo da consentire la personalizzazione del percorso, in conformità al Patto Formativo Individuale. 
I percorsi di secondo livello hanno un orario complessivo pari al 70% di quello previsto dal corrispondente ordinamento degli Istituti Tecnici con riferimento all'area d'istruzione generale e alle singole aree dell'indirizzo AFM.
I carichi orari degli studenti possono essere ulteriormente ridotti attraverso:
 il riconoscimento dei crediti comunque acquisiti dallo studente nel sistema di istruzione e formazione (apprendimenti formali);
 Il riconoscimento delle competenze acquisite in ambito lavorativo, familiare e sociale (apprendimenti non formali e informali);
 la fruizione a distanza di una parte del percorso previsto, di regola, per  non più del 20% del corrispondente monte ore complessivo; la didattica on-line verrà attivata nel prossimo anno scolastico.


ACCOGLIENZA E ORIENTAMENTO
E' previsto un sistema di accoglienza e primo orientamento  degli adulti che intendono reimmettersi nel percorso di istruzione. Il principale strumento è rappresentato da un colloquio iniziale strutturato,  finalizzato a:
raccogliere informazioni sui bisogni formativi dello studente;
mettere in trasparenza le competenze comunque acquisite;
documentare il precedente  percorso scolastico e lavorativo dello studente.
Il colloquio  costituisce la base principale per la stesura del Patto Formativo


PATTO FORMATIVO
Il Patto formativo è uno strumento finalizzato a rendere espliciti azioni e comportamenti che alunni e insegnanti s'impegnano a concretizzare in classe, assicurando il raggiungimento degli obiettivi prefissati dal processo educativo condiviso, creando un clima comunicativo  efficace ed efficiente, chiarendo ruoli, compiti, funzioni di tutti i soggetti coinvolti.


PERSONALIZZAZIONE E TUTORING
Nel  Patto formativo sono evidenziati i crediti riconosciuti attraverso la certificazione delle competenze. La progettazione del percorso che ne consegue garantisce la personalizzazione delle attività sia per il recupero di abilità e competenze, sia per calibrare l'offerta formativa sui bisogni dei singoli studenti adulti. Ogni studente adulto è affiancato da un tutor che lo accompagna nel suo percorso scolastico.


VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE
La valutazione è definita sulla base del patto formativo individuale, in modo da accertare le competenze  riguardo ai risultati di apprendimento attesi in esito a ciascun periodo didattico, con l'obiettivo di valorizzare le competenze comunque acquisite dalla persona in contesti formali, non formali e informali.
Il terzo periodo didattico del percorso di secondo livello si conclude con un esame di Stato per il rilascio del titolo di studio conclusivo dei percorsi di istruzione tecnica, previo superamento delle prove previste a tal fine.
L'ammissione all'esame di Stato è disposta dai docenti del gruppo di livello previo accertamento dell'effettivo svolgimento da parte dell'adulto del percorso personalizzato definito sulla base del Patto Formativo Individuale.
Al termine di ciascun periodo didattico è previsto il rilascio di apposita certificazione, ai sensi dell'art.8 del decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009, n. 122. 

Commerciali

Manutentori

SSAS

ISCRIZIONI